nel

Murubutu Multiverso – Testo (lyrics)

 

TITOLO : Multiverso 

ARTISTA : Murubutu 

Anno Uscita 2022

 

 

TopLyrics: Multiverso Murubutu 

Seh, seh, ehi

Quando piove verso sera questo cielo trema
Puoi calmarti nella baia di queste mie braccia
Ogni parola nata in gola è come una balena
Che si arena sulla sabbia di queste tue labbra
E ogni giorno che vola, ogni giorno a ogni ora
Ti rivedo sola che incanti la pioggia
Nella nostra bolla c’è il tuono e l’aurora
Tu fumi e poi ti esce un fantasma di bocca
Dentro ogni goccia che ora vola vedo un mondo intero, ehi
E dentro mille versioni di noi
Un multiverso dove il cielo vive prigioniero, ehi
Dentro ai contorni di questi occhi tuoi
Come specchi infranti e pianeti distanti
Negli stessi istanti ma in mondi diversi
Fra gli atomi e quanti e i destini incrociati
Qua moltiplicati per mille universi (Uh)
In uno tu taci, in un altro mi sfiori
Ad un tratto ma noi non ci siamo mai visti
In un altro mi baci fra mille colori
Ed è un quadro, un paesaggio di pioggia, Kandinskij
Con gli occhi sui bordi di ogni tuo pensiero io vedo qui mille incredibili vie
Ogni volta che scegli è un mondo parallelo che si apre fra brividi e mille vertigini

Ogni goccia di pioggia che cade dal cielo traccia mille possibili scie
In ogni goccia di pioggia c’è un piccolo cielo con dentro mille possibili vite
E in ognuna tu appari e in ognuna mi guardi miliardi di gocce in cui cambi con me
Tra mille varianti di mondi cangianti, fra cosmi e galassie, la sola costante sei te
Te, te, te che sei parte di me, me, me
Che se parli di me, ehi-ehi-ehi, tu mi parli di te, te, te
Che se fosse o non fosse un percorso trascorso o già inciso nel cielo e i dilemmi dell’M-teoria
Ogni volta che batte riparte da zero da zero (Da zero)

In una vita alternativa tu non guardi me (Ehi)
E io inseguo i mei sogni in un loop (Ehi)
E in un’altra dimensione sei una madeleine, ehi
E io sono i ricordi di Proust
Poi in un’altra tu salpi per Marte, sì, senza voltarti, ma ritornerai
E in un’altra due matti noi viviamo d’arte e ti sposo fra i marmi dentro al Guggenheim
Qui c’è un mondo lontano in cui noi non ci amiamo
E scappiamo lontano cercando altre scelte
In un’altra viviamo in un posto più caldo
Col piano ed un gatto che chiamiamo: “Schrödinger”
In altre tu scappi o mi cerchi, mi manchi o mi fermi
Mi perdi e poi mi cercherai
Fra tanti livelli dispersi diversi fra tanti universi in cui non manchi mai, ahi
Fra mille incredibili vie
E ogni volta che scegli è un mondo parallelo che nasce fra mille vertigini e brividi

Ogni goccia di pioggia che cade dal cielo traccia mille possibili scie
In ogni goccia di pioggia c’è un piccolo cielo con dentro mille possibili vite
E in ognuna tu appari e in ognuna mi guardi miliardi di gocce in cui cambi con me
Tra mille varianti di mondi cangianti, fra cosmi e galassie, la sola costante sei te
Te, te, te che sei parte di me, me, me
Che se parli di me, ehi-ehi-ehi, tu mi parli di te, te, te
Che se fosse o non fosse un percorso trascorso o già inciso nel cielo e i dilemmi dell’M-teoria
Ogni volta che batte riparte da zero da zero (Da zero)

E ti sento io ovunque tu sia (Sia, sia)
E ti sento io ovunque tu sia (Sia, sia)

 

Cosa ne pensi?

Scritto da toplyrics

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

L’Elfo Saturno – Testo (lyrics)

Murubutu e Dia (Diapo Saund) Temporale – Testo (lyrics)